Ultima modifica: 20 Marzo 2017

Quadrangolare di calcetto, Telese-Solopaca in finale

Quadrangolare di calcetto, Telese-Solopaca in finale

Un’ emozione durata un’ intera mattinata, che ha raggiunto il suo culmine nei venti minuti durante i quali la squadra dell’ Istituto Comprensivo di Telese Terme-Solopaca ha cercato in tutti i modi di aggiudicarsi la finale del quadrangolare di calcetto che si è svolto presso la palestra Foschini della cittadina termale, Venerdì 10 Marzo 2017.

Cuore, passione, agonismo non sono bastati ai dieci mini calciatori della squadra dell’ I.C. di Telese Terme, che è stata battuta per 3 reti a 1 dal Dugenta, in una partita al cardiopalma. Il Telese-Solopaca ha schierato: Mattia Geranio, Luca Zarrelli, Matteo Franco, Rosario D’ Angelo e Giuseppe Santoro per la prima squadra e Alessandro Cutillo, Pasquale Merola, Carlo Francesco Carafa, Gianmarco Mele e Simone Tammaro, per la seconda squadra.

Al mini torneo hanno partecipato gli Istituti Comprensivi di: Dugenta, Telese-Solopaca, Faicchio e San Lorenzello-Cerreto. Per il Telese-Solopaca l’esordio è stato contro il Faicchio, battuto per 7 reti a 2. Nell’altro match il Dugenta, invece, ha dovuto faticare molto contro il San Lorenzello-Cerreto; alla fine è riuscita a spuntarla ai rigori dopo il risultato di 1 a 1 dei tempi regolamentari.

Nella finale tra Dugenta e Telese-Solopaca, i padroni di casa hanno tirato più volte nella porta avversaria, ma il portiere del Dugenta, giovane promessa del calcio sannita, ha dimostrato di essere decisivo. La squadra locale ha continuato a pressare cercando di ribaltare il risultato fino al fischio finale.

Faicchio e San Lorenzello-Cerreto hanno disputato l’ultima partita della giornata, valida per il terzo posto. Netto il risultato con il San Lorenzello-Cerreto che ha avuto la meglio sul Faicchio per 3 a 1.

Alla luce del risultato finale nella partita che valeva il primo posto, il Dugenta si è qualificato per il torneo regionale di calcio a 5.

Così l’avventura dell’ I.C. di Telese Terme-Solopaca si conclude con un secondo posto, che conferma la buona qualità di gioco e l’affiatamento dei ragazzi, coordinati dai loro docenti.

Alessandro Di Mezza

 

 




Link vai su